Inglese accademico

Il fatto che l’inglese sia usato come indiscussa lingua franca dal mondo accademico grava ulteriormente sulle spalle degli studiosi non madrelingua. Un inglese fluido e succinto può essere decisivo per ottenere la pubblicazione del proprio lavoro, vincere borse di studio o essere ammessi.

Ci penso io.

Lavoro a stretto contatto con accademici, soprattutto nell’ambito delle scienze sociali fra cui antropologia, sociologia e storia, per aiutarli a correggere e perfezionare l’inglese. Traduco inoltre dall’italiano all’inglese per chi preferisce scrivere nella sua lingua.

Lo stile dell’italiano accademico è estremamente diverso da quello inglese.

A questo link, alcune delle principali differenze: miriamhurley.com/italian_versus_english/

E qui c’è un’ottima guida per la scrittura di testi scientifici in inglese: www.ease.org.uk/sites/default/files/ease_guidelines-2015.pdf

Molti accademici leggono soprattutto in inglese e conoscono bene la terminologia del loro campo, favorendo la collaborazione reciproca per individuare le soluzioni migliori in inglese.

Ho tradotto e revisionato proposte, articoli, tesi, libri e domande, contribuendo a far colpo su commissioni, docenti e università di tutto il mondo.

Scoprite come posso aiutarvi.

%d bloggers like this: